“Ispiraci il sogno di un nuovo incontro, di dialogo, di giustizia, di pace.

Stimolaci a creare società più sane e un mondo più degno senza povertà, senza violenza, senza guerre” (FT)



Brevi note sull’origine nel Giubileo del 2000


In occasione della preparazione del Giubileo del 2000, il Santo Padre San Giovanni Paolo II, per “predisporre i Romani a rinnovare la loro fede in preparazione dell’Anno Santo”, indisse la “Missione Cittadina” per portare anche in ogni ambiente di lavoro l’appello, che già risuonava nelle parrocchie, nelle case e nelle strade della città, di “Apri la porta a Cristo tuo Salvatore”.

Il Comitato Nazionale per il Grande Giubileo del 2000 propose, per il cammino della Missione Cittadina, la costituzione di Centri di ascolto del Vangelo, sussidi su “Il dono dell’indulgenza” e coinvolse nella preparazione del Giubileo molte amministrazioni pubbliche romane, invitando i relativi referenti ad incontri preparatori in Vicariato. Furono consegnate a tutti esemplari della croce di San Clemente, scelta dal Santo Padre come simbolo per la Mission,e per rendere visibile il segno del Giubileo ovunque nel mondo del lavoro.

Nei vari ambienti di lavoro si formarono equipes per la Missione e, in aderenza alle indicazioni emerse negli incontri del Vicariato, alcune cominciarono a preparare incontri di Liturgia della Parola, utilizzando i sussidi predisposti, oppure a recarsi in Chiese limitrofe ai luoghi di lavoro per recitare l’ora media in giorni stabiliti della settimana, oppure a recitare il Rosario. Quasi tutte iniziarono a predisporre all’interno dei luoghi di lavoro (ove autorizzato dalle autorità politiche o amministrative) le celebrazioni eucaristiche in occasione della Pasqua e del Natale o, in mancanza di autorizzazioni apposite, nelle Chiese in prossimità delle sedi istituzionali.

Ancora oggi la rete di referenti per l’evangelizzazione negli ambienti di lavoro, principalmente per i Ministeri, ma anche per le Agenzie fiscali e per alcuni enti privati, annuncia il Vangelo e stimola alla conoscenza della Dottrina Sociale della Chiesa.

Oggi si tengono incontri periodici con i cosiddetti Missionari d’ambiente presso la Cappella della Stazione Termini, ai quali sono sempre invitati i Cappellani del Lavoro. Questi incontri se da un lato si dimostrano preziosi momenti di condivisione di esperienze che contribuiscono a creare un clima di solidarietà e di amicizia che si va via via rafforzando, dall’altro evidenziano anche le difficoltà che ogni sede di Missione incontra o può aver incontrato nel corso del tempo.

Per questo motivo, si è riscontrata l’esigenza di dare ai referenti una appropriata formazione sotto il profilo spirituale, teologico e pastorale, che sorregga la loro innata motivazione e possa contribuire a dare una corretta impostazione all’impegno di evangelizzazione nelle rispettive sedi di lavoro.

Coniugando lavoro con dignità umana e bene comune, si sono lette, analizzate e commentate negli ultimi due anni le Esortazioni Apostoliche “Laudato Si’” e “Evangelii Gaudium” e sono stati organizzati incontri formativi in modo tale da coniugare le dinamiche economico-sociali con i principi della Dottrina Sociale della Chiesa, per una corretta informazione e discussione intorno ad alcuni temi di grande attualità per una città come Roma.

Le esperienze condivise tra i vari referenti, inoltre, hanno messo in evidenza la comune pratica di celebrare la Messa per i defunti nel mese di novembre, le celebrazione delle Ceneri, la Messa di Natale e di Pasqua (in appositi locali messi a disposizione dai datori di lavoro, ovvero nelle chiese più prossime).

E’ invalsa ormai da tempo anche la prassi di far stampare, a spese dei responsabili di sede, dei segnalibri con immagini sacre e preghiere apposite, che vengono distribuite ai colleghi partecipanti alle celebrazioni. Questi segnalibri, molto apprezzati, riportano sempre l’indicazione della “Diocesi di Roma“ e la croce di San Clemente, scelta da Papa Giovanni Paolo II a simbolo della Missione negli Ambienti di Lavoro.

Oggi e per il futuro è il grandioso magistero sociale di Papa Francesco il punto di riferimento imprescindibile.

Appunti di ecologia integrale

La comunità ecclesiale tra coerenza, impegno e annuncio. Tracce di un cammino

Lunedì 23 maggio alle ore 18:30 appuntamento con gli “Appunti di Ecologia integrale”, un percorso on line come momento di scambio, proposte, approfondimento alla luce del magistero di Papa Francesco.

Tema dell’incontro: “La comunità ecclesiale tra coerenza, impegno e annuncio. Tracce di un cammino”, ne parliamo con Mons. Francesco Pesce, Incaricato Servizio Pastorale Sociale e del Lavoro della Diocesi di Roma

Per vedere l’incontro: https://www.facebook.com/PastoraleSocialeRoma

Editoriale

L’Editoriale di Oliviero Bettinelli

La settimana” Laudato Si’” non è celebrativa e basta. E’ una tappa che ci permette di fermarci e di chiederci a che punto siamo del nostro cammino. Stiamo cercando con fatica di convertirci ad una una visione di ecologia integrale in un momento storico che non ci permette di vivere con calma e serenità per approfondire questa sfida.

Per leggere l’editoriale completo: http://www.pastoralesociale.diocesidiroma.it/index.php/la-settimana-laudato-si/

In Evidenza

Perdonaci la guerra

Città del Vaticano, 16 marzo 2022

Signore Gesù Cristo, Figlio di Dio, abbi misericordia di noi peccatori!
Signore Gesù, nato sotto le bombe di Kijv, abbi pietà di noi!
Signore Gesù, morto in braccio alla mamma in un bunker di Kharkiv, abbi pietà di noi!
Signore Gesù, mandato ventenne al fronte, abbi pietà di noi!
Signore Gesù, che vedi ancora le mani armate all’ombra della tua croce, abbi pietà di noi!
Perdonaci Signore, se non contenti dei chiodi con i quali trafiggemmo la tua mano, continuiamo ad abbeverarci al sangue dei morti dilaniati dalle armi.
Perdonaci, se queste mani che avevi creato per custodire, si sono trasformate in strumenti di morte.
Perdonaci, Signore, se continuiamo ad uccidere nostro fratello, se continuiamo come Caino a togliere le pietre dal nostro campo per uccidere Abele.
Perdonaci, se continuiamo a giustificare con la nostra fatica la crudeltà, se con il nostro dolore legittimiamo l’efferatezza dei nostri gesti.
Perdonaci la guerra, Signore. Signore Gesù Cristo, Figlio di Dio, ti imploriamo! Ferma la mano di Caino!
Illumina la nostra coscienza, non sia fatta la nostra volontà, non abbandonarci al nostro agire!
Fermaci, Signore, fermaci!
E quando avrai fermato la mano di Caino, abbi cura anche di lui. È nostro fratello. O Signore, poni un freno alla violenza!
Fermaci, Signore!

(Papa Francesco, Udienza Generale, 16 marzo 2022)

 

 

 

 

 

 

 

Iscriviti alla NewsLetter

Calendario Eventi

Apri Calendario Completo

maggio 2022
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
25 aprile 2022 26 aprile 2022 27 aprile 2022 28 aprile 2022 29 aprile 2022 30 aprile 2022 1 maggio 2022
2 maggio 2022 3 maggio 2022 4 maggio 2022 5 maggio 2022 6 maggio 2022 7 maggio 2022 8 maggio 2022
9 maggio 2022 10 maggio 2022 11 maggio 2022 12 maggio 2022 13 maggio 2022 14 maggio 2022 15 maggio 2022
16 maggio 2022 17 maggio 2022 18 maggio 2022 19 maggio 2022 20 maggio 2022 21 maggio 2022 22 maggio 2022
23 maggio 2022 24 maggio 2022 25 maggio 2022 26 maggio 2022 27 maggio 2022 28 maggio 2022 29 maggio 2022
30 maggio 2022 31 maggio 2022 1 giugno 2022 2 giugno 2022 3 giugno 2022 4 giugno 2022 5 giugno 2022