“Ispiraci il sogno di un nuovo incontro, di dialogo, di giustizia, di pace.

Stimolaci a creare società più sane e un mondo più degno senza povertà, senza violenza, senza guerre” (FT)



“Cura della nostra Casa Comune e tutela del Creato”,


Pubblichiamo la Lettera di istituzione del ciclo di studi sulla “Cura della nostra
Casa Comune e tutela del Creato”, e della Cattedra UNESCO “On Futures of Education for
Sustainability” che Papa Francesco consegna all’Em.mo Card. Angelo De Donatis, Gran
Cancelliere della Pontificia Università Lateranense.

1. Chiamata ad educare alla responsabilità verso i doni della creazione, la Chiesa realizza il suo impegno anche nel formare al vero significato di ogni azione volta a custodire, proteggere e garantire la vita sulla terra e della terra, ben cosciente che si tratta di obbligo a cui tutti sono chiamati, nei differenti ruoli e compiti esercitati. Credenti e non credenti, abbiamo il dovere di garantire non solo un’astratta sostenibilitào di proclamare il bene delle future generazioni, ma di predisporre gli strumenti per salvaguardare i diversi ecosistemi e le loro componenti, sapendo che non ci è dato di disporne senza misura. A richiederlo, poi, sono le gravi ripercussioni che la mancata coscienza ecologica provoca non solo all’ambiente, ma alle relazioni umane e alla vita sociale, alimentando quella cultura dello scarto che significa anzitutto esclusione, povertà, disuguaglianze, spostamenti forzati di popolazioni, mancata soddisfazione dei bisogni primari.

Per leggere la Lettera: https://www.vatican.va/content/francesco/it/letters/2021/documents/20211007-lettera-cardinale-dedonatis.html

 

Appunti di ecologia integrale

La finanza: meccanismi e responsabilità

Lunedì 24 gennaio ECCEZIONALMENTE alle ore 21:00 appuntamento con gli “Appunti di Ecologia integrale”, un percorso on line come momento di scambio, proposte, approfondimento alla luce del magistero di Papa Francesco.

Tema dell’incontro: “La finanza: meccanismi e responsabilità“. Ne parliamo con Simone Grillo, Banca Etica.

Per seguire rivedere l’incontro: https://fb.watch/aLLtCJJHka/

 

Editoriale

In Evidenza

26esima Conferenza Onu sul cambiamento climatico (Cop26)

Glasgow, 31 ottobre – 12 novembre 2021

La 26esima Conferenza Onu sul cambiamento climatico (Cop26), organizzata dal governo britannico in partnership con l’Italia, ha l’obiettivo di convincere i 197 partecipanti ad assumere impegni stringenti per mantenere l’innalzamento della temperatura entro la soglia degli 1,5 gradi.

Per capire perché, è necessario guardare indietro a un’altra COP, quella che si tenne a Parigi nel 2015.

Per la prima volta successe qualcosa di epocale: tutti i Paesi accettarono di collaborare per limitare l’aumento della temperatura globale ben al di sotto dei 2 gradi, puntando a limitarlo a 1,5 gradi. Inoltre i Paesi s’impegnarono ad adattarsi agli impatti dei cambiamenti climatici e a mobilitare i fondi necessari per raggiungere questi obiettivi. Nasceva l’Accordo di Parigi.

Per approfondire: https://ukcop26.org/it/iniziale/

 

 

 

 

 

Iscriviti alla NewsLetter

Calendario Eventi

Apri Calendario Completo

novembre 2021
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
1 novembre 2021 2 novembre 2021 3 novembre 2021 4 novembre 2021 5 novembre 2021 6 novembre 2021 7 novembre 2021
8 novembre 2021 9 novembre 2021 10 novembre 2021 11 novembre 2021 12 novembre 2021 13 novembre 2021 14 novembre 2021
15 novembre 2021 16 novembre 2021 17 novembre 2021 18 novembre 2021 19 novembre 2021 20 novembre 2021 21 novembre 2021
22 novembre 2021 23 novembre 2021 24 novembre 2021 25 novembre 2021 26 novembre 2021 27 novembre 2021 28 novembre 2021
29 novembre 2021 30 novembre 2021 1 dicembre 2021 2 dicembre 2021 3 dicembre 2021 4 dicembre 2021 5 dicembre 2021