“Ispiraci il sogno di un nuovo incontro, di dialogo, di giustizia, di pace.

Stimolaci a creare società più sane e un mondo più degno senza povertà, senza violenza, senza guerre” (FT)



Festa della Repubblica


Oliviero Bettinelli

Una repubblica dovrebbe essere un bel posto. Un posto dove qualcuno, considerando che nessuno lo costringe a farlo, mette le sue competenze al servizio degli altri e non per andare all’incasso del suo tornaconto. Un posto dove nessuno posteggia la macchina in seconda fila, blocca una strada ed esce dal bar cavandosela con un irritante e ipocrita “mi scusi” per poi andarsene come se niente fosse.

Un posto dove i problemi si chiamano con Il loro nome e sono affrontati per risolverli, non per trasformarli in litanie da ripetere monotamente dietro le TV.
Un posto dove chi è fragile viene sempicemente aiutato, perché è così che bisogna fare, e non istericamente cancellato con un decreto di circostanza.
Un posto dove si lavora per il futuro con intelligenza e lungimiranza, non per finta, ma per davvero.

Lo so, è un bel posto che ancora non c’è, ma a me certe parole tipo democrazia, libertà, resistenza, solidarietà, repubblica, Vangelo mi mettono addosso la voglia di continuare a cercarlo.

Festa o non festa questo sogno va custodito. C’è ancora molto da arare, da concimare, da coltivare e da lavorare.

Ma si cresce così.
Per il resto rimane poco tempo.
Le Frecce Tricolori salutatemele voi.

 

Appunti di ecologia integrale

La comunità ecclesiale tra coerenza, impegno e annuncio. Tracce di un cammino

Lunedì 23 maggio alle ore 18:30 appuntamento con gli “Appunti di Ecologia integrale”, un percorso on line come momento di scambio, proposte, approfondimento alla luce del magistero di Papa Francesco.

Tema dell’incontro: “La comunità ecclesiale tra coerenza, impegno e annuncio. Tracce di un cammino”, ne parliamo con Mons. Francesco Pesce, Incaricato Servizio Pastorale Sociale e del Lavoro della Diocesi di Roma

Per vedere l’incontro: https://www.facebook.com/PastoraleSocialeRoma

Editoriale

L’Editoriale di Oliviero Bettinelli

La settimana” Laudato Si’” non è celebrativa e basta. E’ una tappa che ci permette di fermarci e di chiederci a che punto siamo del nostro cammino. Stiamo cercando con fatica di convertirci ad una una visione di ecologia integrale in un momento storico che non ci permette di vivere con calma e serenità per approfondire questa sfida.

Per leggere l’editoriale completo: http://www.pastoralesociale.diocesidiroma.it/index.php/la-settimana-laudato-si/

In Evidenza

Perdonaci la guerra

Città del Vaticano, 16 marzo 2022

Signore Gesù Cristo, Figlio di Dio, abbi misericordia di noi peccatori!
Signore Gesù, nato sotto le bombe di Kijv, abbi pietà di noi!
Signore Gesù, morto in braccio alla mamma in un bunker di Kharkiv, abbi pietà di noi!
Signore Gesù, mandato ventenne al fronte, abbi pietà di noi!
Signore Gesù, che vedi ancora le mani armate all’ombra della tua croce, abbi pietà di noi!
Perdonaci Signore, se non contenti dei chiodi con i quali trafiggemmo la tua mano, continuiamo ad abbeverarci al sangue dei morti dilaniati dalle armi.
Perdonaci, se queste mani che avevi creato per custodire, si sono trasformate in strumenti di morte.
Perdonaci, Signore, se continuiamo ad uccidere nostro fratello, se continuiamo come Caino a togliere le pietre dal nostro campo per uccidere Abele.
Perdonaci, se continuiamo a giustificare con la nostra fatica la crudeltà, se con il nostro dolore legittimiamo l’efferatezza dei nostri gesti.
Perdonaci la guerra, Signore. Signore Gesù Cristo, Figlio di Dio, ti imploriamo! Ferma la mano di Caino!
Illumina la nostra coscienza, non sia fatta la nostra volontà, non abbandonarci al nostro agire!
Fermaci, Signore, fermaci!
E quando avrai fermato la mano di Caino, abbi cura anche di lui. È nostro fratello. O Signore, poni un freno alla violenza!
Fermaci, Signore!

(Papa Francesco, Udienza Generale, 16 marzo 2022)

 

 

 

 

 

 

 

Iscriviti alla NewsLetter

Calendario Eventi

Apri Calendario Completo

Events in maggio 2022

  • Non ci sono eventi in programma durante questo periodo.