“Ispiraci il sogno di un nuovo incontro, di dialogo, di giustizia, di pace.

Stimolaci a creare societĂ  piĂą sane e un mondo piĂą degno senza povertĂ , senza violenza, senza guerre” (FT)



Festa della Repubblica


Oliviero Bettinelli

Una repubblica dovrebbe essere un bel posto. Un posto dove qualcuno, considerando che nessuno lo costringe a farlo, mette le sue competenze al servizio degli altri e non per andare all’incasso del suo tornaconto. Un posto dove nessuno posteggia la macchina in seconda fila, blocca una strada ed esce dal bar cavandosela con un irritante e ipocrita “mi scusi” per poi andarsene come se niente fosse.

Un posto dove i problemi si chiamano con Il loro nome e sono affrontati per risolverli, non per trasformarli in litanie da ripetere monotamente dietro le TV.
Un posto dove chi è fragile viene sempicemente aiutato, perché è così che bisogna fare, e non istericamente cancellato con un decreto di circostanza.
Un posto dove si lavora per il futuro con intelligenza e lungimiranza, non per finta, ma per davvero.

Lo so, è un bel posto che ancora non c’è, ma a me certe parole tipo democrazia, libertĂ , resistenza, solidarietĂ , repubblica, Vangelo mi mettono addosso la voglia di continuare a cercarlo.

Festa o non festa questo sogno va custodito. C’è ancora molto da arare, da concimare, da coltivare e da lavorare.

Ma si cresce così.
Per il resto rimane poco tempo.
Le Frecce Tricolori salutatemele voi.

 

Appunti di ecologia integrale

Quando commerciare fa rima con armare

Lunedì 6 dicembre alle ore 18:30 sesto appuntamento con gli “Appunti di Ecologia integrale”, un percorso on line come momento di scambio, proposte, approfondimento alla luce del magistero di Papa Francesco.

“Quando commerciare fa rima con armare”, ne parliamo con Don Renato Sacco, Consigliere nazionale Pax Christi, redattore di Mosaico di Pace e con Carlo Cefaloni, giornalista, coordinatore economia disarmata Movimento Focolari.

Per seguire l’incontro: https://www.facebook.com/PastoraleSocialeRoma

 

Editoriale

In Evidenza

26esima Conferenza Onu sul cambiamento climatico (Cop26)

Glasgow, 31 ottobre – 12 novembre 2021

La 26esima Conferenza Onu sul cambiamento climatico (Cop26), organizzata dal governo britannico in partnership con l’Italia, ha l’obiettivo di convincere i 197 partecipanti ad assumere impegni stringenti per mantenere l’innalzamento della temperatura entro la soglia degli 1,5 gradi.

Per capire perché, è necessario guardare indietro a un’altra COP, quella che si tenne a Parigi nel 2015.

Per la prima volta successe qualcosa di epocale: tutti i Paesi accettarono di collaborare per limitare l’aumento della temperatura globale ben al di sotto dei 2 gradi, puntando a limitarlo a 1,5 gradi. Inoltre i Paesi s’impegnarono ad adattarsi agli impatti dei cambiamenti climatici e a mobilitare i fondi necessari per raggiungere questi obiettivi. Nasceva l’Accordo di Parigi.

Per approfondire: https://ukcop26.org/it/iniziale/

 

 

 

 

 

Iscriviti alla NewsLetter

Calendario Eventi

Apri Calendario Completo

5 dicembre 2021

Nessun evento previsto per oggi!