“Ispiraci il sogno di un nuovo incontro, di dialogo, di giustizia, di pace.

Stimolaci a creare società più sane e un mondo più degno senza povertà, senza violenza, senza guerre” (FT)



WEBINAR TEMPO DEL CREATO: UNA GIUSTA TRANSIZIONE: LA RESPONSABILITA’ DELL’EUROPA VERSO I SUOI POPOLI E VERSO IL MONDO


Come sono collegati il ​​Coronavirus e le crisi ambientali in Europa? Nel webinar Tempo Del Creato che si è svolto nel pomeriggio si è parlato degli approcci regionali per una giusta transizione verso l’ecologia integrale. Ogni settimana un continente affronta il tema della giusta transizione energetica, ciascuno dal proprio punto di vista con relatori autorevoli. Questa settimana è stato trattato il tema dalla prospettiva dell’Europa.

Riportiamo alcuni degli interventi dei relatori di oggi:

Suor Alessandra Smerilli, Economista e coordinatore del Gruppo di Lavoro, Economico della Commissione Vaticana Covid-19, Membro del Comitato Scientifico e Organizzatore delle Settimane Sociali Cattoliche Italiane:

Papa Francesco ci ha chiesto di essere CONCRETI. La pandemia ha portato all’importanza della Casa comune. Il Papa ci ricorda che nessuno si salva da solo, noi siamo uno se siamo insieme. La crisi del Covid è iniziata come crisi sanitaria, ma la salute a livello mondiale deve essere considerata come un bene comune. Questa crisi porta a delle disuguaglianze. E questa crisi è diventata anche una crisi economica e sociale. Dopo la crisi, alcuni lavoratori sono diventati ancora più invisibili. La Commissione Covid-19 voluta dal Papa vuole cambiare quel vecchio modo di pensare e andare avanti verso uno sviluppo equo. Prepariamo il futuro, e dobbiamo fare qualcosa adesso per il futuro. Noi non dobbiamo solo accettarlo passivamente, ma abbiamo il diritto e il dovere di fare qualcosa.

Una delle parole chiave del titolo di questo webinar è RESPONSABILITA’, LA RESPONSABILITA’ DELL’EUROPA.

Alcune nostre proposte per l’UE:

– Dare priorità al green deal come sorta di investimento iniziando proprio da adesso. L’economia deve essere utilizzata insieme a tutti, come dice la Laudato Si’, dobbiamo trovare delle soluzioni INSIEME;

– incorporare un target di assunzione all’interno della Banca Centrale;

– la responsabilità del debito ecologico: sappiamo che le parti più ricche del mondo producono e consumano prodotti dalle risorse. Gli scambi ecologici disuguali nel mondo non sono legati a un momento particolare nel tempo, tanti paesi hanno sfruttato risorse naturali che si trovavano nei paesi più poveri. Noi come Europa siamo in debito con loro. Come dice la Laudato Si’ esiste un debito del mondo tra il Nord e il Sud.

Le giovani generazioni devono considerare il prezzo di tutto questo e noi abbiamo una responsabilità nei loro confronti.

Riporto anche alcune buone pratiche e note positive:

– il Giardino Laudato Si’: 7 comuni del Nord Italia si sono impegnati nel creare un progetto sostenibile in linea con l’Enciclica. Questo è un esempio di come la Laudato Si’ può diventare realtà;

Economy of Francesco: l’evento on line che si terrà dal 19 al 24 novembre e già i giovani stanno creando molti villaggi tematici.

Marcin Kedzierski, Jagellonian Club in Polonia:

La pandemia è un’emergenza senza precedenti. Il cambiamento portato dal Covid noi ancora non lo abbiamo vissuto. Ma sicuramente la crisi del Covid ci ha mostrato chi ne beneficerà, grandi aziende come Amazon, Facebook, etc.

Nessuno parla di disinvestimento, non vedo programmi dedicati alla stabilità o al mercato al riguardo. E’ importante che la filosofia che c’è dietro a questo argomento venga seguita dai politici. Io penso di più a una stabilizzazione di questa rivoluzione, che deve essere affrontata e fronteggiata.

Per questo Papa Francesco ci chiama a dare soluzioni concrete: è questa la nostra grande responsabilità.

Lydia Machaka, Responsabile CIDSE Giustizia Climatica e Energia

Papa Francesco ha detto che la crisi climatica rappresenta una delle sfide primarie che stiamo affrontando oggi.

Noi dobbiamo ridurre le nostre emissioni per arrivare a 1,5 C, ma le politiche attuali non stanno tenendo in considerazione il cambiamento climatico. Le temperature mondiali stanno aumentando di tanto. L’anno scorso abbiamo assistito a un record di aumento di temperature. In Malawi, Mozambico, Sud Africa, ma anche in Australia, dove gli incendi si verificano di continuo.

Le emissioni procurano temperature elevate, questo sta condizionando il sistema di produzione, quindi non si può continuare ad agire come è stato fatto fino ad adesso, si deve trovare un approccio diverso. Quest’anno tutti i paesi devono sottoscrivere un impegno nazionale con il CIDSE per il loro contributo all’energia. Quest’anno in particolare, ci sono 90 accordi e 70 paesi hanno già sottoscritto accordi, per un approccio comprensivo diverso. Per arrivare a questa transizione è importante che scienziati e politici partecipino assicurando il passaggio dai combustibili fossili. E’ importante non lasciare nessuno dietro, nessuno alle spalle. Una giusta transizione deve coinvolgere tutti, con un approccio che viene dal basso, per un’uguaglianza maggiore a livello sociale. Nessuno deve essere lasciato in disparte. Siamo tutti membri.

 

 

 

Appunti di ecologia integrale

La comunità ecclesiale tra coerenza, impegno e annuncio. Tracce di un cammino

Lunedì 23 maggio alle ore 18:30 appuntamento con gli “Appunti di Ecologia integrale”, un percorso on line come momento di scambio, proposte, approfondimento alla luce del magistero di Papa Francesco.

Tema dell’incontro: “La comunità ecclesiale tra coerenza, impegno e annuncio. Tracce di un cammino”, ne parliamo con Mons. Francesco Pesce, Incaricato Servizio Pastorale Sociale e del Lavoro della Diocesi di Roma

Per vedere l’incontro: https://www.facebook.com/PastoraleSocialeRoma

Editoriale

L’Editoriale di Oliviero Bettinelli

La settimana” Laudato Si’” non è celebrativa e basta. E’ una tappa che ci permette di fermarci e di chiederci a che punto siamo del nostro cammino. Stiamo cercando con fatica di convertirci ad una una visione di ecologia integrale in un momento storico che non ci permette di vivere con calma e serenità per approfondire questa sfida.

Per leggere l’editoriale completo: http://www.pastoralesociale.diocesidiroma.it/index.php/la-settimana-laudato-si/

In Evidenza

Perdonaci la guerra

Città del Vaticano, 16 marzo 2022

Signore Gesù Cristo, Figlio di Dio, abbi misericordia di noi peccatori!
Signore Gesù, nato sotto le bombe di Kijv, abbi pietà di noi!
Signore Gesù, morto in braccio alla mamma in un bunker di Kharkiv, abbi pietà di noi!
Signore Gesù, mandato ventenne al fronte, abbi pietà di noi!
Signore Gesù, che vedi ancora le mani armate all’ombra della tua croce, abbi pietà di noi!
Perdonaci Signore, se non contenti dei chiodi con i quali trafiggemmo la tua mano, continuiamo ad abbeverarci al sangue dei morti dilaniati dalle armi.
Perdonaci, se queste mani che avevi creato per custodire, si sono trasformate in strumenti di morte.
Perdonaci, Signore, se continuiamo ad uccidere nostro fratello, se continuiamo come Caino a togliere le pietre dal nostro campo per uccidere Abele.
Perdonaci, se continuiamo a giustificare con la nostra fatica la crudeltà, se con il nostro dolore legittimiamo l’efferatezza dei nostri gesti.
Perdonaci la guerra, Signore. Signore Gesù Cristo, Figlio di Dio, ti imploriamo! Ferma la mano di Caino!
Illumina la nostra coscienza, non sia fatta la nostra volontà, non abbandonarci al nostro agire!
Fermaci, Signore, fermaci!
E quando avrai fermato la mano di Caino, abbi cura anche di lui. È nostro fratello. O Signore, poni un freno alla violenza!
Fermaci, Signore!

(Papa Francesco, Udienza Generale, 16 marzo 2022)

 

 

 

 

 

 

 

Iscriviti alla NewsLetter

Calendario Eventi

Apri Calendario Completo

maggio 2022
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
25 aprile 2022 26 aprile 2022 27 aprile 2022 28 aprile 2022 29 aprile 2022 30 aprile 2022 1 maggio 2022
2 maggio 2022 3 maggio 2022 4 maggio 2022 5 maggio 2022 6 maggio 2022 7 maggio 2022 8 maggio 2022
9 maggio 2022 10 maggio 2022 11 maggio 2022 12 maggio 2022 13 maggio 2022 14 maggio 2022 15 maggio 2022
16 maggio 2022 17 maggio 2022 18 maggio 2022 19 maggio 2022 20 maggio 2022 21 maggio 2022 22 maggio 2022
23 maggio 2022 24 maggio 2022 25 maggio 2022 26 maggio 2022 27 maggio 2022 28 maggio 2022 29 maggio 2022
30 maggio 2022 31 maggio 2022 1 giugno 2022 2 giugno 2022 3 giugno 2022 4 giugno 2022 5 giugno 2022